FAQ

sposi riflessi nella piscina all'hotel caruso ravello

Qual è il tuo stile fotografico?

Lo stile fotografico è il reportage. A mio avviso l’unico modo per raccontare il matrimonio in maniera naturale e realistica attraverso le immagini. Documento gli eventi nella loro spontaneità, senza interferire, ma partecipando all’azione e “leggendo” ciò che accade intorno a me, per prevedere l’attimo piuttosto che reagire. Preferisco sempre la luce naturale, anche negli interni, e utilizzo i flash solo se veramente necessario.

Quindi non realizzi fotografie in posa?

Non di mia iniziativa, ma su richiesta posso realizzare ritratti a singoli o di coppia. A volte gli sposi o i wedding planners hanno una lista delle “foto obbligatorie” da realizzare con familiari, testimoni o amici. Inoltre, alcune fotografie vanno realizzate necessariamente in posa, come le foto di gruppo. Il mio stile si basa sulla spontaneità, ma sarete comunque incoraggiati a chiedere fotografie in posa ogni qualvolta lo vogliate.

Hai qualche consiglio per una buona riuscita del servizio?

Siate voi stessi e agite con la massima spontaneità, come se io non ci fossi. Non preoccupatevi di dover fare qualcosa per la buona riuscita del servizio, a questo ci penso io. Siate sempre consapevoli che io ci sono, anche se quasi non avvertirete la mia presenza. Sarò costantemente alla ricerca di uno scatto unico, di un attimo irripetibile, di un’emozione, un dettaglio interessante. Questa consapevolezza è la migliore collaborazione da parte vostra ai fini di un ottimo risultato. Più cose accadranno durante la giornata, più avrò occasioni da raccontare.

Quali garanzie offri ai tuoi clienti?

Serietà e massima discrezione durante l’evento. Prendo molto sul serio il mio lavoro e sono consapevole dell’importanza del mio compito. Per questi motivi mi concentro sempre al massimo, per creare una storia unica ad ogni matrimonio. Per me la più grande soddisfazione è sapere di aver creato un racconto emozionante e indelebile.

Dove si trova lo studio?

A pochi minuti dalla costiera Amalfitana, Per fissare un appuntamento allo studio sarà sufficiente contattarmi via email o al telefono.

E’ necessario incontrarsi di persona prima del matrimonio?

Non è necessario ma preferibile. La conoscenza preventiva tra il fotografo e gli sposi può aiutare ad interpretare meglio sia il tipo di impostazione che si vuol dare al matrimonio, sia il carattere della coppia stessa. Per fissare un appuntamento allo studio sarà sufficiente contattarmi via email o telefonicamente. In alternativa si può organizzare una videoconferenza Skype per chi fosse impossibilitato a raggiungere lo studio.

Ci risulta difficile un incontro allo studio, cosa si può fare?

Si può organizzare una videoconferenza Skype e parlare nei dettagli delle vostre preferenze.

Sei disponibile a viaggiare?

Certo, in tutta Italia e all’estero. Per le grandi distanze vengono calcolate le spese di viaggio ed eventualmente di pernottamento.

Con quanto tempo di anticipo conviene prenotare?

E’ difficile dirlo. In linea di massima, se il vostro matrimonio è previsto per il weekend (venerdi, sabato o domenica) conviene prenotare con largo anticipo. I mesi più richiesti vanno da maggio a settembre. Ho Avuto prenotazioni anche con due anni di anticipo per i weekend.

Come faccio a prenotare?

Con una telefonata o un e-mail comunicando l’intenzione di prenotare, successivamente firmare il contratto e/o versare un acconto per bloccare definitivamente la data.

Sarai tu a realizzare le fotografie?

Assolutamente si. Mi impegno per un solo evento al giorno. Nel caso non fossi disponibile al momento della richiesta, potrei proporre un mio collaboratore professionista di fiducia, che lavora secondo la mia filosofia e il mio stile.

Lavori da solo o con un assistente?

Sono abituato a lavorare da solo. Con me ho sempre due fotocamere e alcune ottiche in grado di coprire diverse distanze. Lavorare da soli comporta anche una maggiore garanzia di discrezione. In molti anni di esperienza non mi è mai capitato di perdere un momento o un dettaglio importanti. E’ comunque possibile richiedere l’intervento di un secondo fotografo ad un costo aggiuntivo. Per eventi particolarmente grandi o con molti invitati potrei decidere di essere assistito da un collaboratore.

Dobbiamo prevedere un posto al tavolo per te durante il ricevimento?

E’ previsto per eventi di durata superiore alle 6 ore. Non è necessario un posto ad uno dei tavoli degli invitati, anche se spesso capita e sono felice di inserirmi e socializzare. La cosa migliore da fare è accordarsi preventivamente con il ristorante o il catering affinché predispongano un tavolo in una sala attigua. Questo mi permetterà di alzarmi più spesso per fotografare senza dare nell’occhio.

Abbiamo in mente alcune fotografie particolari, per noi importanti, che ci piacerebbe realizzare, si può fare?

Certo, in questo caso basta mandarmi una mail specificando nei dettagli di cosa si tratta.

Quali fotocamere utilizzi?

Fotocamere e ottiche professionali al top di gamma, per usufruire del massimo della velocità e precisione anche in condizioni di poca luce. Preferisco sempre la luce naturale e utilizzo i flash solo se assolutamente necessario.

Utilizzi il formato RAW o JPEG?

RAW, per avere la massima flessibilità in post produzione.

Ci saranno tutti gli invitati nelle fotografie?

Mi concentro molto su ciò che succede intorno a me, e questo in genere garantisce la presenza della maggior parte degli invitati, tuttavia non posso garantire che non manchi proprio nessuno, a meno che non si facciano fotografie di gruppo.

Quanto tempo ci vorrà per la consegna del lavoro?

Dipende da quanti lavori dovranno essere consegnati prima del vostro. L’attesa mediamente va dai 3 ai 6 mesi.

Quante fotografie consegni?

Il numero di fotografie consegnate chiaramente è variabile e dipende dal matrimonio. Mediamente 500/600 fotografie per un lavoro di una giornata intera, che va dai preparativi fino alla fine del ricevimento.

Realizzi album? Quante fotografie ci saranno all’interno?

Realizzo sia album classici tradizionali, sia fotolibri. Il numero di foto dipende dalla varietà di eventi che si sono susseguiti durante la giornata. Come regola generale è bene evitare fotografie simili e ripetitive che guasterebbero il risultato finale, che dovrebbe invece essere un racconto fluido e vario, includendo nell’album le foto più significative. In genere questo risultato si ottiene con circa 70-90 fotografie.

E’ possibile avere solo i files in alta risoluzione, senza album?

Certo, molti dei miei clienti che vivono all’estero hanno preferito questa soluzione.

Possiamo sceglierle noi le fotografie per l’album?

Si, è possibile visionare le foto in una galleria privata online e sceglierle da lì.

Chi si occupa della postproduzione?

Io. Un buon lavoro di postproduzione, oltre ad essere estremamente importante è anche soggettivo. Al momento dello scatto posso eseguire tecniche di ripresa particolari o prendere decisioni in conseguenza della mia visione di postproduzione.

E’ possibile ritoccare le foto per eliminare imperfezioni?

Il reportage si basa essenzialmente sulla veridicità della ripresa, ma se necessario posso apportare qualche modifica con il fotoritocco.

Quante ore di lavoro sono incluse in una giornata intera?

Circa 10 ore. Inizio a scattare durante i preparativi e seguo la coppia documentando gli eventi fino alla fine del ricevimento.

Realizzi anche riprese video?

Non io personalmente, ma lavoro regolarmente con alcuni videografi professionisti che sento vivamente di consigliare.

Quanto costa ingaggiarti?

I miei preventivi sono personalizzati sulla base di ore di lavoro, di materiali e altre richieste. Per avere un preventivo personalizzato è sufficiente mandarmi un e-mail specificando nei dettagli le vostre richieste.

Vorremmo pensarci un po’, è possibile opzionare la data per un breve periodo?

Purtroppo no. Ricevo contatti quasi quotidianamente e spesso più di una richiesta per una stessa data. L’unico modo per assicurarsi la data è firmare il contratto e versare un anticipo.